Selfie SELVAGGI

“Ho visto SCALDABAGNI farsi #Selfie come MEGANE GALE”

Dopo 365 giorni passati in ufficio, con una gran voglia di creare, di guardare il mondo sotto altre prospettive, giungono le meritate Ferie 2018 e per mille motivi scelgo di trascorrerle nella mia terra, l’amato Salento.

Vi racconto….

Come una persona del tutto normale, mi dirigo nei posti che avrei voluto vedere e osservare di persona, per sentire il profumo del mare, il suo rumore, osservare i suoi colori…… Insomma cose molto comuni ai più, per vivere esperienze sensoriali impossibili da vivere in ufficio.

Un bel pomeriggio, ore 16.00 , circa al terzo giorno di Ferie mi dirigo così presso un posto fantastico, con una vista magnifica tra roccie e Natura incontaminata, il blu davanti in un panorama da film… L’eco dei bambini di sottofondo in lontananza, una Birra ghiacciata un divano , la dolce compagnia …. ….. Ti senti in PARADISO e con gli occhi pieni di felicità.

Tutto bene pensavo… Finchè ad un certo punto non si MATERIALIZZANO una coppia di “pizzarroni“(in Leccese è un complimento per chi ha il cervello in panne) .

Un marito, dotato di un solo neurone grippato e una moglie sulla cinquantina che era impossessata dall’anima di MEGANE GALE (famosa modella VODAFONE per anni), dotati di strumenti per la fotografia, di bastoni lunghi un metro posizionati sulla testa e macchine fotografiche, come se non ci fosse un domani.

Come due GNU dell’Alaska si abbarbicano, su scogli appuntiti come lame, con infradito piumati, davanti a 150 persone, che fanno l’aperitivo vista mare e come se nulla fosse iniziano un macabro SHOW…

Lei 70kg circa alta, quanto larga  (non ho nulla contro le persone in sovrappeso sia chiaro!), con addosso un vestito verde svolazzante, con circa 38 gradi e umidità al 100% inizia a inarcarsi sugli scogli, come una foca in cerca di aiuto… Lui , la fotografa come se fosse CORONA a fotografare NINA MORIC.

Lei conturbante, sexy come un Orso CILENO a violentare le Rocce acuminate del Salento… Spostando in continuazione lo slip per far vedere, la coscia violenta sulla macchia mediterranea. Una scena da film comico, una scena da chiedersi del perchè del genere umano… Passati 45 minuti in pose ORRENDE davanti alla platea, adesso è arrivato il momento del marito, con canotta NERA al sole ed una paglietta in testa, con ovviamente il MARSUPIO, di cui dovrebbe essere vietata la vendita, per calo di libido al genere animale femminile. Da lontano aveva la movenza di una MOTOPALA mentre la moglie intenta a fotografarlo manco fosse TOM CRUISE.

Per finire una carellata di baci finti al tramonto….

E lì sono iniziati i miei dubbi SERISSIMI sulla direttiva, collettiva Mondiale e l’uso smodato dei SOCIAL…

Questa è stata la prima coppia di persone adulte, ma durante le ferie sono spuntate come i funghi…In ogni dove persone intende alle 13.30 del pomeriggio a scattarsi foto come se fossero TUTTI ATTORI e MODELLE pagati fior di quattrini.

Nutro una serie di dubbi, che vanno dalla stabilità mentale di certi soggetti, al CASO MORBOSO dei selfie che secondo me è PATOLOGIA in certi casi.

Signori miei,se  siete al mare con vostra moglie/fidanzata… Correte in acqua a toccarle il culo, forse sarà più felice e si sentirà più desiderata, mollate sti caxxx di telefoni, che stiamo diventando RIDICOLI agli occhi del mondo animale!